giovedì 12 luglio 2018

Fede e potere politico

Briciole dalla mensa - 15° Domenica Tempo Ordinario (anno B) - 15 luglio 2018

"
Al profeta Amos viene vietato di compiere la sua missione a Betel perché «è il santuario del re e il tempio del regno». Il santuario e il tempio, luogo d'incontro dell'uomo con Dio, sono diventati strumenti al servizio «del re e del regno». È impressionante: la religione, il culto, la fede sono sottomessi al potere politico. Per questa ragione probabilmente il profeta viene mandato via: egli denunciava tale iniquità.
Anche noi, oggi, credo che avremmo bisogno di qualche voce autorevole che faccia risuonare la schiettezza della parola di Dio. Perché stiamo assistendolo a un'impudica strumentalizzazione e falsificazione dei segni della nostra fede: come il Vangelo, la croce, il rosario. Per crearsi un consenso, certi uomini politici ne fanno pubblica ostentazione per far credere di essere cristiani e per affermare che in nome della civiltà cristiana combattono contro l'inciviltà: rifiutano il diritto ad uno spazio dove poter vivere a chi viene da altre  regioni, a chi ha un’altra cultura, a chi appartiene ad altra religione. Si tratta della distorsione più completa della nostra fede. Perché Gesù (il Gesù del Vangelo, della croce e del rosario) ha, invece, affermato che ogni uomo è abitazione di Dio. Perciò chi non rispetta e non promuove l'uomo, soprattutto il povero, profana Dio stesso. Se non viene detta oggi una parola chiara di denuncia di tale falsità, molte persone continueranno ad andare a Messa, a dire le preghiere e contemporaneamente ad essere razziste, come niente fosse."

[Alberto Vianello - http://www.monasteromarango.it/la-vocazione-profetica-della-chiesa]

lunedì 9 luglio 2018

tienimi per mano


Tienimi per mano al tramonto,
quando la luce del giorno si spegne
e l’oscurità fa scivolare il suo drappo di stelle.
Tienila stretta quando non riesco a viverlo questo mondo imperfetto.
Tienimi per mano portami dove il tempo non esiste.
Tienila stretta nel difficile vivere.
Tienimi per mano nei giorni in cui mi sento disorientata.
Cantami la canzone delle stelle dolce cantilena di voci respirate.
Tienimi la mano, e stringila forte
prima che l’insolente fato possa portarmi via da te.
Tienimi per mano e non lasciarmi andare. Mai“.
(Herman Hesse)










lunedì 28 maggio 2018

Il romanziere

il romanziere «scatena in noi nello spazio di un'ora tutte le possibili gioie e sventure che, nella vita, impiegheremmo anni interi a conoscere in minima parte, e di cui le più intense non ci verrebbero mai rivelate giacché la lentezza con la quale si producono ce ne impedisce la percezione». [Marcel Proust nel primo tomo della sua Recherche]

mercoledì 18 aprile 2018

Francesco e l'Agile software development

"Cominciate col fare ciò che è necessario, poi ciò che è possibile. E all'improvviso vi sorprenderete a fare l'impossibile." [Francesco d'Assisi]

A parte i risvolti religiosi e morali, anzi, prima ancora di questi, trovo che l'affermazione sia profondamente vera.
In ambito software poi, ed è questo che mi ha spinto a scrivere il post, mi pare una sintesi particolarmente efficace dei "rationale" di un approccio Agile e XP 

venerdì 23 marzo 2018

"Gödel and the end of physics"

«quand’anche ci fosse una sola teoria unificata possibile, essa sarebbe solo un insieme di regole e di equazioni. Che cos’è che infonde la vita nelle equazioni e che costruisce un universo che possa essere descritto da esse? L’approccio consueto della scienza, consistente nel costruire un modello matematico, non può rispondere alle domande del perché dovrebbe esserci un universo reale descrivibile da quel modello. Perché l’universo si dà la pena di esistere? La teoria unificata è così cogente da determinare la sua propria esistenza?» (Stephen Hawking, "Dal Big Bang ai Buchi Neri", Rizzoli, Milano 1994, pp. 196-197)

[il titolo del post è lo stesso di una conferenza tenuta a Cambridge nel 2002 a cui partecipò lo stesso Hawking]

martedì 13 marzo 2018

Buio e luce 2

"Fra tutte le paure che ho affrontato ce n’è solo una che mi toglie la pace, una su tutte: quella di non vivere il mio tempo in tutta la sua grandezza."

Buio e luce

"Ho dovuto capire che nella vita ci vogliono coraggio e forza, ma soprattutto gioia: quella vera, quella spudorata, quella smisurata"

Google+ Followers