lunedì 28 maggio 2018

Il romanziere

il romanziere «scatena in noi nello spazio di un'ora tutte le possibili gioie e sventure che, nella vita, impiegheremmo anni interi a conoscere in minima parte, e di cui le più intense non ci verrebbero mai rivelate giacché la lentezza con la quale si producono ce ne impedisce la percezione». [Marcel Proust nel primo tomo della sua Recherche]

mercoledì 18 aprile 2018

Francesco e l'Agile software development

"Cominciate col fare ciò che è necessario, poi ciò che è possibile. E all'improvviso vi sorprenderete a fare l'impossibile." [Francesco d'Assisi]

A parte i risvolti religiosi e morali, anzi, prima ancora di questi, trovo che l'affermazione sia profondamente vera.
In ambito software poi, ed è questo che mi ha spinto a scrivere il post, mi pare una sintesi particolarmente efficace dei "rationale" di un approccio Agile e XP 

venerdì 23 marzo 2018

"Gödel and the end of physics"

«quand’anche ci fosse una sola teoria unificata possibile, essa sarebbe solo un insieme di regole e di equazioni. Che cos’è che infonde la vita nelle equazioni e che costruisce un universo che possa essere descritto da esse? L’approccio consueto della scienza, consistente nel costruire un modello matematico, non può rispondere alle domande del perché dovrebbe esserci un universo reale descrivibile da quel modello. Perché l’universo si dà la pena di esistere? La teoria unificata è così cogente da determinare la sua propria esistenza?» (Stephen Hawking, "Dal Big Bang ai Buchi Neri", Rizzoli, Milano 1994, pp. 196-197)

[il titolo del post è lo stesso di una conferenza tenuta a Cambridge nel 2002 a cui partecipò lo stesso Hawking]

martedì 13 marzo 2018

Buio e luce 2

"Fra tutte le paure che ho affrontato ce n’è solo una che mi toglie la pace, una su tutte: quella di non vivere il mio tempo in tutta la sua grandezza."

Buio e luce

"Ho dovuto capire che nella vita ci vogliono coraggio e forza, ma soprattutto gioia: quella vera, quella spudorata, quella smisurata"

Occasione o tentazione

"In giapponese le parole opportunità e pericolo contengono un medesimo ideogramma. In ogni realtà sono sempre offerte insieme due possibilità opposte: il nostro problema è distinguere l’occasione da non perdere dalla tentazione che ci perde, ciò che ci realizza da ciò che ci danneggia."

giovedì 8 marzo 2018

Inerme

non sì può desiderare
senza riconoscersi mancanti,
scoperti, indifesi.
Si desidera perché ci manca
qualcosa.
O qualcuno

Google+ Followers