venerdì 1 maggio 2015

Notiziario online

Vorrei mettere online un sitarello per uso poco più che personale.
E' una sorta di piccolo CMS molto specializzato.
Alcuni amici dovrebbero poter indicare appuntamenti ed avvisi, poi io (o chi per me) periodicamente, ogni due settimane circa, scarica queste informazioni ed impagina un piccolo "notiziario" cartaceo che verrà stampato in qualche centinaio di copie e distribuito nei dintorni.
Si tratta di un piccolo servizio di utilità per la comunità del luogo.
La prima fase del notiziario, che potremmo chiamare di "raccolta dati", avviene al momento via email: tutti mi spediscono le notizie e poi io impagino un file Libre Office.
Vista la mole relativamente ridotta di notizie, appuntamenti ed avvisi, il tutto potrebbe proseguire tranquillamente secondo la modalità email.
Tuttavia il mio lato "nerd" vorrebbe divertirsi a fare un sitarello dove le persone, chiamiamoli "inviati speciali", dopo debito login, possano caricare le notizie al posto di inviarmele via email.
Il vantaggio è che eventuali correzioni, adeguamenti etc. gli "inviati" le possono fare direttamente sul sito senza bisogno dello scambio di email e contro-email.
Fatta la premessa per l'inquadramento del problema vorrei parlare delle soluzioni tecniche per implementare il "sito del notiziario".
Ma prima di questo serve un ulteriore precisazione.
Va chiarito che, dato che la mia attività di "impaginatore di bollettini" è svolta a livello volontario ed amatoriale, anche la realizzazione di questo sito procederà in modo hobbistico senza scadenze e senza calendari.
Scadenze e calendari ne ho già abbastanza nella mia vita professionale per cui almeno questa cosa avverrà, come si dice, "senza fretta".
Questo significa anche che potrò permettermi di adottare alcune soluzioni tecniche che saranno più o meno un overkill per il problema in oggetto.
Detto questo, veniamo a noi...
Con cosa vogliamo fare il nostro bel super-sito?
Ecco lo stack: ubuntu, nginx, python, django, uwsgi
Per il deploy/provisioning: ansible
Vagrant per il test in locale e, probabilmente, Digital Ocean per il deploy vero e proprio.
Vi interessa come procede la cosa? Allora, arrivederci alla prossima!
Stay tuned!
Posta un commento

Google+ Followers